giovedì, giugno 15, 2006

Lo stupidario ipnotico italiano

Le solite stupidaggini sui giornali
di: Alberto Torelli

Ho radunato qui un po' di cretinate relative all'ipnosi, e pubblicate anche da persone insospettabili. Essere iscritti a un albo professionale non autorizza a prendere in giro la gente e a diffondere menzogne. Qui non è solo più una questione di competenza, ma anche e soprattutto di etica. Non tutti rispettano il codice deontologico, questo è sicuro. Ma cominciamo dai non terapeuti, cioè i giornalisti comuni. La principale consueta fesseria è quella degli ipnotisti ladroni che dominerebbero la volontà altrui. In verità si tratta invece di vittime credulone e sprovvedute finite in mano a truffatori rapidi e scaltri. Una persona può essere raggirata, ingannata, distratta, confusa, presa di sorpresa, ma al di là dei trucchi da assalto o delle illusioni da prestigiatore non c'è proprio nient'altro. Infatti il plagio è impossibile. Al limite qui si può parlare di circonvenzione di incapaci. Una persona più furba approfitta di una persona meno furba, tutto qui. Per cortesia, cerchiamo di finirla con queste pagliacciate sugli zingari dotati di superpoteri, e riconosciamo invece che purtroppo c'è della gente che crede veramente a tutto, oppure è talmente psicopassiva da cedere al primo impostore che incontra senza opporre alcuna resistenza. Io sfido chiunque a derubarmi con una tecnica ipnotica: se ci riesce giuro che non farò denuncia. Verso la fine del 2004, una mia cliente mi ha portato un ritaglio di giornale (un quotidiano a tiratura nazionale), che puoi vedere qui di lato (fig. 1). Hai letto la prima frase? "Commessa rapinata con l'ipnosi". Ma per favore! La verità è ben diversa, e la descrizione accettabile potrebbe essere questa: "commessa ingenua e distratta raggirata da un rubagalline senza scrupoli". E non finisce qui. Sul Secolo XIX di giovedì 20 gennaio 2005, Savona, pag. 31, è apparso un altro articolo (v. fig. 2) sull'ipnosi, dove si conferma sempre di più la debolezza mentale delle vittime, e non certo il tanto presunto quanto inesistente potere di questi cosiddetti 'ipnotizzatori', che altro non sono se non comuni delinquenti da strada:

Riporto un interessante estratto di un articolo di Torrelli consigliando i lettori di leggere l'articolo completo al link qui riportato : Stupidario Ipnotico Italiano

www.psicolife.com Psicologia e Ipnosi Terapia a Firenze

Nessun commento: